Sono tutti in PC i fari delle auto del futuro sviluppati da Covestro

lunedì 28 settembre 2020 / Pubblicato in News degli espositori

Una nuova concezioni di fari per le auto del futuro è stato sviluppato da Covestro utilizzando vari tipi di policarbonato Makrolon per rispondere alle crescenti esigenze dei costruttori in termini di funzionalità ed estetica. Si tratta di una soluzione modulare che rispetto a quelle convenzionali richiede un numero inferiore di singoli componenti e riduce le fasi di assemblaggio, lo spazio necessario e i costi. Il prototipo messo a punto peso fino a 1,5 kg in meno, contribuendo a ridurre anche il peso complessivo dei veicoli e di conseguenza il suo consumo di carburante e le emissioni di anidride carbonica in atmosfera.

 

Lo sviluppo rientra nella strategia di Covestro per trasformarsi in una società completamente circolare, che include anche lo sviluppo di prodotti e applicazioni che semplifichino il processo di riciclo. Grazie alla modularità del faro e alla sua realizzazione con un unico tipo di materiale plastico vengono ridotti i passaggi per la separazione dei suoi componenti, lo smistamento e lo stoccaggio dei materiali nel processo di riciclo. Infatti, per realizzare il nuovo faro viene impiegato policarbonato puro e miscelato con ABS e un rivestimento antigraffio per le lenti esterne e la metallizzazione dei riflettori.

 

Mentre i fari automobilistici tradizionali hanno un design complesso e solitamente sono costituiti da dozzine di componenti, in questo caso il design modulare si basa su riflettore con alloggiamento, lente del collimazione, cornice di supporto e copertura della lente esterna. I moduli LED per anabbaglianti e abbaglianti i relativi riflettori sono realizzati rispettivamente in policarbonato termoconduttivo Makrolon TC8030 e Makrolon DS801 dimensionalmente stabile. Il processo di produzione si basa sullo stampaggio a iniezione multicomponente, che, abbinato ai materiali selezionati, consente di eliminare costo e peso aggiuntivi legati dissipatori di calore, accessori e altri componenti.

 

Oltre alle sorgenti luminose, i fari dei veicoli del futuro integreranno anche tecnologie come LiDAR (Light Detection and Ranging o Laser Imaging Detection and Ranging), radar e telecamere, che richiederanno l'uso di materiali termicamente conduttivi per dissipare il calore generato dalle sorgenti luminose e dai dispositivi elettronici. A tale scopo, Makrolon TC8030 consente di integrare la gestione del calore direttamente all’interno dell'alloggiamento del nuovo faro.

 

La cornice di supporto realizzata con diversi gradi di Makrolon viene ottenuta con un processo di stampaggio a iniezione a tre fasi. Al suo interno sono integrati i sistemi avanzati di assistenza alla guida, le luci di posizione diurne, gli indicatori di direzione e l'illuminazione di sicurezza per i pedoni, combinando prestazioni ed estetica all'avanguardia.

AREA RISERVATA ESPOSITORI

Password smarrita?

PASSWORD SMARRITA?

`